Paziente di 52 anni che si è recato presso il mio studio con una forte sintomatologia al collo e alla schiena con annesse problematiche al ginocchio destro, come rigidità, dolore e limitazione funzionale durante la deambulazione. Il primo motivo della visita è stato un dolore al collo molto invalidante anche per il lavoro e una lombalgia intensa. Dopo il primo esame ho evidenziato una limitazione importante sia alla schiena che al collo con annessa una importante sintomatologia dolorosa su entrambi i segmenti e l’impossibilità a camminare e a flettersi del tutto sulle gambe a causa di un dolore al ginocchio sulla parte laterale della coscia che impediva quindi anche la corsa. Il paziente quindi non riusciva a praticare attività sportiva e aveva forti dolori durante l’attività lavorativa. Ci siamo prefissati l’obiettivo di riprendere l’attività sportiva e di non presentare dolori durante l’attività lavorativa in maniera costante e prolungata. Ho eseguito con questo paziente 15 sedute di fisioterapia in cui sono state utilizzate inizialmente tecniche dolci come il pompage e la terapia miofasciale leggera, in seguito ho indirizzato al meglio il trattamento praticando mobilizzazione soft dei tessuti molli tramite strumenti di chiropratica idonei come gli IASTM e quindi terapia manuale anche abbinata all’uso di questi strumenti particolari. Ho praticato queste metodiche sia per quanto riguarda la muscolatura rigida e tesa del collo e della schiena sia per quel che riguarda la parte laterale della gambe con ottimi risultati. Dopo 12 sedute il paziente riusciva a camminare e a correre senza grosse difficoltà e quindi ho deciso di prescrivere alcuni esercizi specifici per riportare le strutture deficitarie alla migliore fisiologia possibile che è stata raggiunta negli ultimi trattamenti e grazie alla costanza del paziente nell’esecuzione degli esercizi e nella ripresa progressiva della corsa.